DETTAGLI DIMENTICATI?

Dimitto offre un’ampia gamma di servizi di certificazione attraverso i quali le aziende possono attestare che i Sistemi di Gestione adottati sono conformi alle norme Internazionali.

Certificarsi vuol dire, per le aziende, assicurarsi un valore aggiunto e dimostrare al mercato la capacità di mantenere gli impegni presi e di soddisfare con continuità le esigenze dei clienti, lavorando nell’ottica del miglioramento continuo.

SISTEMI DI GESTIONE


La certificazione di un Sistema di Gestione per la Qualità, in conformità alla norma ISO 9001, rappresenta un requisito indispensabile e un sicuro fattore di successo in uno scenario globale caratterizzato da un elevato livello di concorrenza come quello attuale.

Adottare un Sistema di Gestione per la Qualità vuol dire darsi delle regole e studiare procedure che permettono di gestire nel modo più efficace le risorse strutturali, umane ed economiche, attraverso un'attenta attività di pianificazione e monitoraggio.

Con la certificazione ISO 9001 le aziende riescono a tracciare un modello di gestione che le conduce al miglioramento continuo attraverso una serie di fattori, tra cui: l'orientamento al cliente e alla sua soddisfazione, il coinvolgimento del personale e la pianificazione di strategie basate su dati di fatto.

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia o SAS

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

L’attenzione che molte aziende hanno per l’ambiente le induce ad analizzare e a controllare i propri impatti ambientali, diretti o indiretti, e ad investire risorse che permettono di lavorare nell’ottica della prevenzione di eventuali incidenti, nella riduzione dei costi di esercizio e di una rapida risposta alle situazioni di emergenza.

La ISO 14001 è una norma applicabile a qualsiasi tipologia di Organizzazione, pubblica o privata, che specifica i requisiti di un sistema di gestione ambientale. Adottare un Sistema di Gestione Ambientale, ed ottenere la certificazione secondo tale norma, è una scelta strategica che richiede uno sforzo economico e organizzativo di dimensioni ragionevoli e che procura notevoli ritorni economici per l'azienda. Una corretta gestione ambientale influisce notevolmente sull'immagine del prodotto o del servizio offerto e può costituire un fattore fondamentale nelle scelte dei consumatori

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia o SAS

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Garantire un luogo di lavoro salubre e sicuro è un dovere che ogni datore di lavoro deve attuare con serietà e impegno. Dotarsi di strumenti gestionali per prevenire e limitare i fattori di rischio vuol dire adempiere con responsabilità agli obblighi di legge in materia, tutelando i propri dipendenti dai possibili danni derivanti dallo svolgimento delle rispettive mansioni. La tutela della salute e della sicurezza di dipendenti e collaboratori rientra a pieno titolo nella gestione generale dell’azienda e comporta una serie di attività e procedure che, se correttamente implementate, portano ad un continuo miglioramento delle condizioni di lavoro, che può costituire un vantaggio competitivo, favorendo una maggiore produttività e può avere un effetto positivo sull’immagine aziendale.

La certificazione OHSAS 18001 definisce i requisiti di un Sistema di Gestione della Sicurezza e della Salute dei Lavoratori, secondo quanto previsto dalle normative vigenti e in base ai pericoli e ai rischi potenzialmente presenti sul posto di lavoro. Ottenere tale certificazione vuol dire adottare una politica per la gestione della sicurezza che permette di identificare i pericoli, valutare i rischi e individuare delle modalità di controllo in stretta connessione alle prescrizioni legislative.

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia o SAS

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Risparmiare energia e gestirla in modo efficiente sono le prime azioni da compiere per contribuire alla sostenibilità delle attività umane. Le imprese hanno un ruolo chiave in questo: risparmiare energia e integrare la gestione delle prestazioni energetiche nelle attività quotidiane permette di controllare i consumi e contenere i costi energetici, traendone profitto economico e vantaggio competitivo. Un controllo puntuale e sistematico degli usi dell'energia è in grado, in breve tempo, di consentire un considerevole risparmio dei costi interni aziendali, oltre a garantire un prezioso contributo alla salvaguardia delle risorse energetiche a livello globale. Un Sistema di Gestione dell'Energia rappresenta un approccio sistematico per monitorare e ridurre il consumo di energia in ogni tipo di organizzazione o impresa.

La norma ISO 50001: Requisiti per i Sistemi di gestione dell'Energia è il nuovo standard dedicato agli EnMS. Esso è basato su un approccio PDCA (Plan-Do-Check-Act), ovvero sull'implementazione di politiche energetiche corrette e caratterizzate da obiettivi concreti, volti alla messa in atto di azioni mirate e, successivamente, al controllo ed alla verifica delle modalità di riduzione dell'utilizzo di energia, con l'obiettivo del miglioramento continuo. I suoi principali requisiti riguardano: l'implementazione di politiche energetiche caratterizzate da obiettivi concreti e misurabili, l'identificazione degli usi dell'energia, individuando le aree di criticità e gli elementi che influiscono maggiormente sui consumi, la previsione periodica dei consumi e la loro sistematica comparazione con i consumi effettivi, l'inserimento dei consumi energetici all'interno dei processi decisionali quali progettazione e acquisto di impianti, materie prime, servizi. Il conseguimento della certificazione ISO 50001 diventa un importante strumento che consente di aumentare la competitività, evidenziando alle parti interessate l'impegno profuso nella salvaguardia dell'ambiente.

Certificazione rilasciata con Accreditamento SAS

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

La certificazione ISO 22000 definisce i requisiti per la progettazione e l’applicazione di un sistema di gestione della sicurezza alimentare ed è dedicata alle aziende della filiera agro-alimentare. La norma ha l’obiettivo primario di armonizzare i diversi standard volontari specifici per la sicurezza alimentare attraverso il metodo HACCP.

La sicurezza alimentare è una responsabilità che coinvolge tutte le figure presenti nella catena alimentare, il controllo è, infatti, indispensabile in ogni singolo stadio; per questo diventa fondamentale la comunicazione tra le diverse figure, comunicazione che la norma vuole interattiva e non solo top-down. Questo garantisce che tutti i pericoli ed i rischi per la sicurezza alimentare siano ben identificati.

Di grande importanza è la metodologia HACCP, applicata secondo quanto previsto dal documento FAO/OMS Codex Alimentarius, con attenzione rivolta soprattutto all'analisi dei pericoli, che diventa lo strumento guida per la politica di sicurezza alimentare aziendale.

La norma è applicabile a tutte le organizzazioni, direttamente o indirettamente coinvolte nella filiera agro-alimentare: produttori di mangimi, produttori primari, industrie di prima e seconda trasformazione, operatori del trasporto e della logistica, distributori, produttori di attrezzature e impianti per l’industria alimentare, di materiale per il confezionamento, di prodotti per la detergenza e la disinfezione, etc.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

I sistemi di Responsabilità Sociale secondo lo standard SA8000 sono uno strumento gestionale che le aziende adottano volontariamente per garantire che i loro prodotti o servizi sono realizzati nel rispetto dei lavoratori. La sua applicazione garantisce condizioni di lavoro eque e coerenti con i diritti umani.
Tale norma fa infatti riferimento a:

  • Alcune Convenzioni e raccomandazioni ILO (International Labour Organization)
  • Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU
  • Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia dell'ONU
  • Convenzione delle Nazioni Unite per eliminare tutte le forme di discriminazione contro le donne.
  • Convenzione delle Nazioni Unite sull’eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale.
  • Patti internazionali sui Diritti Civili, Politici, Economici, Sociali e Culturali

Ottenere una certificazione secondo lo standard SA8000 vuol dire arricchire l’impresa e i suoi prodotti o servizi di quei valori intangibili che derivano dall’adozione di comportamenti socialmente responsabili.

DIMITTO fa parte del Network Lavoro Etico creato dal CISE (Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico - Azienda speciale delle C.C.I.A.A. di Forlì e Cesena) per la certificazione dei Sistemi di Responsabilità Sociale delle imprese sulla base della norma internazionale SA8000 e accreditato dal SAAS.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

La sicurezza dei dati è fondamentale poiché ogni Organizzazione raccoglie, gestisce e conserva informazioni di vario tipo. Sicurezza dei dati significa salvaguardare la privacy, l’integrità e la disponibilità delle informazioni, sia in forma scritta che verbale o elettronica. La norma UNI CEI ISO/IEC 27001 specifica l’insieme dei requisiti di un Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni, in particolare per gli aspetti della sicurezza fisica, logica ed organizzativa, è soggetta a verifica ed è certificabile, garantendo la possibilità di proteggere le informazioni e dare fiducia ai clienti e a tutte le parti interessate.

La norma adotta un approccio di processo per costituire, attuare, applicare, controllare, riesaminare, gestire e migliorare il sistema di gestione della sicurezza delle informazioni e della privacy di ogni Organizzazione. Tale certificazione è indicata per qualsiasi organizzazione, grande o piccola, in qualunque settore di attività, commerciale o industriale, in modo particolare nei settori in cui le informazioni sono un tassello critico (ambito finanziario, bancario, pubblico, IT).

È particolarmente efficace per le organizzazioni che gestiscono informazioni per conto terzi, come le società di outsourcing del settore IT e può essere utilizzata come garanzia di protezione per le informazioni dei propri clienti. Attraverso l’applicazione della ISO/IEC 27001, si ottengono vantaggi competitivi soddisfacendo i requisiti contrattuali dei propri clienti con particolare attenzione alla sicurezza delle loro informazioni. Tramite la formalizzazione dei processi, delle procedure e della documentazione riguardante la sicurezza delle informazioni, la norma consente di identificare, valutare e gestire i rischi dell’organizzazione in materia di sicurezza delle informazioni, in maniera del tutto imparziale.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

PRODOTTI E SERVIZI

La norma UNI 10891 ha l’obiettivo di definire i requisiti minimi dei servizi erogati da Istituti di Vigilanza Privata di qualsiasi natura giuridica, fornendo indicazioni per l’erogazione di ogni singolo servizio. Tale norma è diventata obbligatoria e si è imposto agli Istituti di Vigilanza di acquisire la certificazione di conformità alla norma UNI 10891 secondo il Decreto del Ministro dell’Interno del 1 dicembre 2010 n°269 e s.m. e i. e il Decreto del Ministro dell’Interno del 4 giugno 2014 n°115.

La certificazione di Servizio di Vigilanza Privata secondo la Norma UNI 10891 ha lo scopo di attestare il raggiungimento ed il mantenimento dei livelli di qualità del servizio nelle diverse Classi di attività.

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Gli Istituti di vigilanza privata che operano con una Centrale Operativa con attività di anticrimine, antincendio, telesoccorso e assistenza sanitaria, devono essere conformi ai requisiti previsti dalla norma UNI 50518 “Centrali di telesorveglianza – caratteristiche procedurali, strutturali e di controllo. La norma definisce i criteri progettuali, costruttivi ed organizzativi, indispensabili per realizzare una centrale di telesorveglianza.

Tale certificazione è obbligatoria per gli Istituti di Vigilanza con Ambito Territoriale 4 e 5.

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Diminuire i consumi energetici e gestire gli usi di energia in maniera efficiente si configurano oggi quali azioni ineludibili per contribuire alla sostenibilità delle attività umane, poiché consentono di preservare le materie prime e di ridurre le emissioni di gas ad effetto serra. Per il raggiungimento di tali fini, le norme comunitarie e quelle nazionali attribuiscono alle Energy Services Companies (ESCO) un ruolo di cruciale importanza, in quanto le attività da esse svolte permettono alle organizzazioni che se ne avvalgono di migliorare la propria efficienza energetica.

Per fornire servizi efficaci ai propri clienti è tuttavia indispensabile che le ESCO operino nel rispetto delle migliori pratiche di settore, posseggano tutte le capacità necessarie per erogare le proprie attività e configurino i servizi nel rispetto di specifici requisiti. La norma UNI CEI 11352 si configura come uno strumento di supporto per le politiche energetiche nazionali: è stata infatti elaborata sulla base di quanto richiesto nell'articolo 16 del Decreto Legislativo n. 115/2008, che in Italia recepisce la Direttiva 2006/32/CE concernente l'efficienza degli usi finali dell'energia e i servizi energetici. La norma definisce i requisiti generali delle società (ESCO) che forniscono servizi volti al miglioramento dell’efficienza energetica presso i propri clienti. In particolare, la norma descrive i requisiti minimi dei servizi di efficienza energetica e le capacità (organizzativa, diagnostica, progettuale, gestionale, economica e finanziaria) che una ESCO deve possedere per poter offrire le proprie attività presso i propri clienti.
Fornisce inoltre una lista di controllo per la verifica delle capacità delle ESCO (Appendice A) e le linee guida a supporto dei clienti nella scelta dei servizi offerti dalle ESCO (Appendice B).

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

MARCATURA CE


La marcatura CE dei prodotti da costruzione, destinati a essere impiegati in modo permanente, è obbligatoria ai fini di poter circolare liberamente ed essere commercializzati nell’Unione Europea.

I produttori mediante l'apposizione della marcatura si assumono la responsabilità della conformità del prodotto alla dichiarazione di prestazione DOP e a tutti i requisiti applicabili stabiliti nella normativa di riferimento, il Regolamento UE n. 305/2011 (CPR).

Il marchio CE è una Attestazione di Conformità. La Direttiva contempla diversi Sistemi di Attestazione della Conformità, in considerazione degli usi previsti per il prodotto e delle differenti prestazioni richieste.

I sistemi di attestazione della conformità diventano sistemi di valutazione e verifica della costanza della prestazione ovvero:

  • Sistema 1+: L’Organismo Notificato deve compiere l’Ispezione iniziale del Controllo di fabbricazione (FPC), le Prove iniziali di tipo (ITT), la Sorveglianza continua del FPC, le prove di sorveglianza periodiche sul prodotto. Al fabbricante viene rilasciato un certificato di costanza della prestazione del prodotto.
  • Sistema 1: L’Intervento da parte dell’Organismo Notificato prevede l’Ispezione iniziale del FPC, Prove iniziali di tipo (ITT), Sorveglianza continua del FPC. Viene rilasciato un certificato di costanza della prestazione del prodotto.
  • Sistema 2+: L’Organismo Notificato effettua l’Ispezione iniziale e la Sorveglianza continua del FPC, rilasciando il certificato di conformità del controllo della produzione in fabbrica. È compito del fabbricante, sotto la propria responsabilità, effettuare le prove iniziali di tipo.
  • Sistema 3: Il Laboratorio notificato determina il prodotto-tipo tramite prove iniziali di tipo (ITT) o calcoli di tipo, valori desunti da tabelle o a una documentazione descrittiva del prodotto.
  • Sistema 4: Non è previsto alcun intervento da parte dell’Organismo Notificato.

 

Dimitto Italia Srl è Organismo Notificato con n. 2554 a svolgere l’attività di Certificazione e Ispezione ai sensi dell’art. 47 del regolamento (UE) n.305/2011 quale Organismo di Certificazione del controllo della produzione in fabbrica.per la marcatura CE per le seguenti famiglie di prodotto:

  • EN 1090-1 Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio - si affiancano le norme di supporto EN 1090-2 e EN 1090-3 che contengono i requisiti per l'esecuzione delle strutture rispettivamente in acciaio e in alluminio.
  • UNI EN 12620 AGGREGATI PER CALCESTRUZZO
  • UNI EN 13043 AGGREGATI PER MISCELE BITUMINOSE E TRATTAMENTI SUPERFICIALI PER STRADE, AEREOPORTI E LATRE AREE SOGGETTE A TRAFFICO.
  • UNI EN 13139 AGGREGATI PER MALTA
  • UNI EN 13242 AGGREGATI PER MATERIALI NON LEGATI IDRAULICI PER L’APOS; IMPIEGO IN OPERE DI INGEGNERIA CIVILE E NELLA COSTRUZIONE DI STRADE.
  • UNI EN 13450 AGGREGATI PER MASSICCIATE FERROVIARIE.
  • UNI EN 13055-1 AGREGGATI LEGGERI – AGGREGATI LEGGERI PER CALCESTRUZZO, MALTA E MALTA PER INEZIONE.
  • UNI EN 13383-1 AGGREGATI PER OPERE DI PROTEZIONE (ARMOURSTONE) – SPECIFICHE.
  • UNI EN 13108-1 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 1: CONGLOMERATO BITUMINOSO PRODOTTO A CALDO
  • UNI EN 13108-2 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 2: CONGLOMERATO BITUMINOSO PER STRADE MOLTO SOTTILI
  • UNI EN 13108-3 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 3: CONGLOMERATO BITUMINOSO MOLTO TENERO
  • UNI EN 13108-4 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 4: CONGLOMERATO BITUMINOSO CHIODATO
  • UNI EN 13108-5 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 5: CONGLOMERATO BITUMINOSO ANTISDRUCCIOLO CHIUSO
  • UNI EN 13108-6 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 6: ASFALTO COLATO
  • UNI EN 13108-7 MISCELE BITUMINOSE – SPECIFICHE DEL MATERIALE – PARTE 7: CONGLOMERATO BITUMINOSO ED ELEVATO TENORE DI VUOTI (DRENANTE).

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

La certificazione di un Sistema di Gestione per la Qualità, in conformità alla norma ISO 9001, rappresenta un requisito indispensabile e un sicuro fattore di successo in uno scenario globale caratterizzato da un elevato livello di concorrenza come quello attuale.

Adottare un Sistema di Gestione per la Qualità vuol dire darsi delle regole e studiare procedure che permettono di gestire nel modo più efficace le risorse strutturali, umane ed economiche, attraverso un'attenta attività di pianificazione e monitoraggio.

Con la certificazione ISO 9001 le aziende riescono a tracciare un modello di gestione che le conduce al miglioramento continuo attraverso una serie di fattori, tra cui: l'orientamento al cliente e alla sua soddisfazione, il coinvolgimento del personale e la pianificazione di strategie basate su dati di fatto.

Certificazione rilasciata con Accreditamento Accredia o SAS

Dimitto Italia Srl è Organismo autorizzato dalle autorità competenti a svolgere attività di certificazione del processo di produzione del conglomerato cementizio prodotto con processo industrializzato secondo il D.M. 14.01.08 mediante l’autorizzazione rilasciata a seguito di specifico decreto del Servizio Tecnico Centrale del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

ALTRE

La Certificazione di Servizio "Certificazione di Conformità" viene rilasciata da un Organismo di Certificazione Indipendente, ad Organizzazioni che hanno soddisfatto i requisiti di servizio, definiti da apposite Norme Tecniche di Settore emesse da Ente Normatore o in altri documenti normativi non emessi da Ente Normatore (Disciplinari Tecnici Volontari).

Fornitori di servizi connessi con viaggi per lo studio delle lingue

I sistemi di Responsabilità Sociale secondo lo standard SA8000 sono uno strumento gestionale che le aziende adottano volontariamente per garantire che i loro prodotti o servizi sono realizzati nel rispetto dei lavoratori. La sua applicazione garantisce condizioni di lavoro eque e coerenti con i diritti umani.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Servizi all'infanzia

La norma UNI 11034 “Servizi all’infanzia. Requisiti del servizio” è uno strumento di garanzia riferito all’affidabilità e alla sicurezza del luogo in cui molti bambini trascorrono il proprio tempo, permette di ottenere un riscontro oggettivo circa la bontà del servizio e della struttura deputata al servizio all’infanzia.

La norma è destinata ai servizi alla prima infanzia (fino a tre anni), servizi alla prima infanzia strutturalmente con servizi educativi rivolti anche alla fascia di età 3-6 anni e ai servizi educativi progettati per la fascia di età 0-6 anni quali i centri infanzia, pubblici e privati.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Cure Termali

La norma Uni 10865, Servizi Cure Termali - Requisiti del servizio", definisce le tipologie di trattamenti termali (esposte ampiamente con un'appendice), e individua quindi come "servizi fondamentali", quelli che sono necessari per eseguire i trattamenti con utilizzo di acqua curativa.

A questi servizi si applicano i requisiti dettagliati, suddivisi in requisiti per l'accettazione, l'ammissione, l'assistenza al cliente, le attività di cura e le attività di controllo del servizio.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Attività alberghiera

La Norma UNI 10670, fornisce una chiara definizione di "servizio alberghiero" indipendentemente dalle caratteristiche strutturali e dalle dimensioni della stessa struttura ricettiva e pone molta attenzione sugli elementi caratterizzanti del servizio, in termini di cortesia, capacità di risposta alle esigenze del cliente, al miglioramento continuo, all’organizzazione, l’erogazione e il controllo dello stesso.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Servizi residenziali e diurni per persone con disabilità

La Norma UNI 11010 rappresenta un “modello di cura” per le realtà che erogano servizi socio assistenziali in regime residenziale, che pone alla base l’Utente e lavora per progetti e per obiettivi orientati ai risultati.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Servizi di relazione con il cliente, con il consumatore e con il cittadino, effettuati attraverso centri di contatto

La norma UNI 11200 "Servizi di relazione con il cliente, con il consumatore e con il cittadino, effettuati attraverso centri di contatto - Requisiti operativi per l’applicazione della UNI EN 15838:2010" definisce i parametri di riferimento dei requisiti di servizio fornito dai centri di contatto.

Con la certificazione secondo tale norma i Centri di Contatto possono garantire standard minimi di qualità che soddisfino tutte le esigenze ed aspettative degli Utenti.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Amministrazione condominiale e immobiliare

La norma UNI 10801 fornisce una chiara definizione delle funzioni e dei requisiti minimi della figura dell’amministratore condominiale e immobiliare, dà garanzia sui servizi erogati nelle diverse forme e sulla trasparenza ed efficacia della gestione tecnico-amministrativa dei loro beni e servizi di carattere immobiliare.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Il Regolamento (UE) del Consiglio 31 marzo 2011, n. 333/2011 disciplina i criteri per stabilire quando i rottami di ferro, acciaio e alluminio, inclusi i rottami di leghe di alluminio, cessano di essere un rifiuto e diventano nuovamente un prodotto. Si tratta del primo regolamento comunitario in materia di «cessazione della qualifica di rifiuto», in particolare, per il settore dei rottami. Il regolamento segna un importante passo in avanti, iniziando a porre fine al concetto del “tutto rifiuto” e rappresentando un presupposto indispensabile per lo sviluppo corretto delle procedure di riciclo e recupero, e per il risparmio di materie prime naturali.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

Il D.Lgs. 231/01 istituisce la responsabilità amministrativa dell’Organizzazione per reati posti in essere da Amministratori, Dirigenti e/o Dipendenti nell’interesse o a vantaggio dell’Organizzazione stessa. Il Decreto coinvolge tutte le Società di capitali e di persone, le Associazioni anche prive di personalità Giuridica e gli Enti pubblici economici e introduce i presupposti di esonero di responsabilità.

L'Organizzazione può essere esonerata dalla responsabilità amministrativa, qualora dimostri di aver adottato ed efficacemente attuato Modelli Organizzativi a prova di frode e idonei a prevenire un reato specifico.

INFORMAZIONI

Per maggiori informazioni compila la scheda ed un nostro collaboratore ti contatterà il prima possibile.

TORNA SU